Ultima modifica: 15 Febbraio 2018
I.S.I.S. "Vincenzo Manzini" > Concorsi e premiazioni > Una menzione speciale per Caterina

Una menzione speciale per Caterina

A Caterina Nascimben della 4ªALL la “menzione speciale” del concorso europeo Juvenes Translatores Continua la lettura Una menzione speciale per Caterina

Il 23 novembre 5 allievi delle classi 4ªA e B Linguistico hanno partecipato al concorso Juvenes Translatores 2017, un concorso di traduzione per le scuole secondarie dell’Unione europea, indetto dalla direzione generale della Traduzione della Commissione europea per premiare i migliori giovani traduttori europei.

trad

 

Il concorso prevedeva che gli allievi, nati nel 2000, scrivessero una traduzione da una lingua a loro scelta, inviata dalla Commissione allo stesso giorno e alla stessa ora in tutti i Paesi facenti parte dell’Unione Europea. Per ogni Paese era stato selezionato un determinato numero di scuole , che per l’Italia era di 73 per un totale di 365 partecipanti, dato che ognuna poteva iscrivere solo 5 allievi. Al “Manzini” hanno partecipato Beatrice Micoli e Caterina Nascimben con una traduzione dall’Inglese, Simona Picco e Paolo Vidoni dal Tedesco e Flora Scozzari dal Francese.

Nei giorni scorsi è stato reso noto il nome del vincitore, unico per tutta Italia , che è Gianluca Brusa dell’I.I.S “Gadda” di Paderno Dugnano, ma i correttori delle prove hanno voluto segnalare alcuni alunni (10% ca) che si sono distinti per la qualità delle loro traduzioni, assegnando loro una menzione speciale, secondo i criteri qui indicati per i quali i loro lavori sono stati valutati eccellenti.

 

Lingua di partenza

Lingua di arrivo

Comprende il significato e il contesto, interpreta correttamente lo stile

Uso eccellente o molto buono della lingua di arrivo, sembra un testo originale, poche o pochissime omissioni, traduzione creativa che però mantiene il significato originale, errori trascurabili di grammatica, ortografia o nella scelta delle parole (compensati da buona impressione generale)

 

 

La traduzione di Caterina Nascimben è risultata una di queste eccellenze. A lei e ai docenti che hanno saputo coltivare il suo talento congratulazioni vivissime.